Home > Rapporto sulla formazione

Rapporto sulla formazione

La Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione coordina la realizzazione del Rapporto annuale sulla formazione, strumento di raccolta e analisi dei dati relativi alla formazione pubblica e di approfondimento sul tema.
Il Rapporto permette sia confronti diacronici negli anni, avendo mantenuto pressochè invariata la struttura della rilevazione, sia tra comparti della pubblica amministrazione che inviano le informazioni secondo un modello concordato.

Infatti le metodologie di indagine vengono studiate insieme alle altre entità coinvolte nella formazione pubblica, e cioè Conferenza dei Rettori delle università italiane (fino al 2007), Formez (Comuni e Province), Gruppo di lavoro tecnico delle Regioni e delle Province Autonome, Istituto Tagliacarne (Camere di Commercio), e con le altre scuole Pubbliche di formazione.

La Scuola Superiore cura direttamente il contributo relativo alle Amministrazioni centrali dello Stato.

Le edizioni del Rapporto annuale sulla formazione nella PA

16° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2012-2013

15° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2011

14° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2010

13° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2009

12° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2008

11° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2007

10° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2006

9° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2005

8° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2004

7° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2003

6° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2002

5° Rapporto annuale sulla formazione nella PA – 2001

 

La Scuola Nazionale dell’Amministrazione presenta nella giornata di studio su “Verso un’Amministrazione di eccellenza. Il ruolo della formazione”, il 16° Rapporto sulla formazione nella PA. Leggi il resto di questo articolo »

La Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione presenta nella giornata di studio su “La formazione pubblica tra spending review e riorganizzazione”, il 15° Rapporto sulla formazione nella PA.
Leggi il resto di questo articolo »

La Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione ha presentato al Convegno nazionale sulla formazione nella PA  “La sfida della formazione: scelte strategiche e innovazione” il 14° Rapporto sulla formazione nella PA.

Leggi il resto di questo articolo »

L’Osservatorio sui bisogni formativi della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, coordinato da Massimo de Cristofaro, ha presentato al Forum PA 2010 il 13° Rapporto sulla formazione nella PA.

Nuovi contenuti: 10 anni di Banca dati.

Il Rapporto è stato rinnovato nella struttura, mettendo in risalto la sua funzione di strumento conoscitivo a supporto delle decisioni e dei programmi in campo formativo.

Le schede corso fornite dalle amministrazioni centrali negli anni precedenti e raccolte nella banca dati dell’Osservatorio ammontano a circa 50.000; i dati sono stati analizzati e confrontati in modo da mostrare andamenti e tendenze, ma anche fenomeni specifici come ad esempio i valori di particolari tematiche formative o il raffronto tra domanda e offerta di formazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Il Rapporto annuale sulla formazione nella PA, in questa sua dodicesima edizione, presenta dati e informazioni sulle attività formative, sui relativi investimenti e sulla partecipazione alla formazione realizzata nel corso del 2008 da 663 Amministrazioni pubbliche.

L’indagine copre la totalità dei Ministeri e la maggior parte delle altre Amministrazioni centrali, le Regioni, le Camere di commercio e campioni significativi di Province e Comuni, per un totale di oltre 840.000 dipendenti.
Nel 2008, all’interno dell’universo preso in considerazione dall’indagine, si sono registrate circa 538.000 partecipazioni a 47.000 eventi formativi; vale a dire 64 partecipazioni ogni 100 dipendenti: un valore elevato, che supera quelli raggiunti negli anni scorsi, e si colloca sensibilmente al di sopra di quanto si registra nel settore privato, superando anche gli obiettivi della Strategia di Lisbona dell’Unione europea.

Leggi il resto di questo articolo »

Il Rapporto annuale sulla formazione nella Pubblica Amministrazione è arrivato quest’anno alla sua undicesima edizione, e rende conto della formazione effettuata dai pubblici dipendenti nel 2007. Per questa indagine le Amministrazioni pubbliche che hanno dichiarato i loro dati sono 647: la totalità di Ministeri, Organi dello Stato, Autorità garanti, Enti pubblici di grandi dimensioni, Regioni, Camere di commercio e campioni significativi di Province, Comuni e Atenei.I pubblici dipendenti censiti sono circa 880.000, di cui complessivamente 531.133 hanno partecipato ad attività formative.

Leggi il resto di questo articolo »

Il Rapporto sulla formazione nella Pubblica Amministrazione, quest’anno alla sua decima edizione, rende conto della formazione effettuata nel 2006 dai pubblici dipendenti: hanno dichiarato i loro dati 593 Amministrazioni pubbliche: la totalità di Ministeri, Organi dello Stato, Autorità garanti, Enti pubblici, Regioni, Camere di commercio e campioni significativi di Province, Comuni e Atenei. I partecipanti a corsi sono complessivamente 543.068, rispetto ai dipendenti pubblici censiti nell’indagine e che ammontano a 805.862.
I numeri indicano quindi che vi sono 62 partecipazioni ogni 100 dipendenti, ben al di sopra del tasso minimo auspicato dal Consiglio Europeo di Lisbona, le cui strategie sono state con forza rilanciate di recente. I dati rilevati mostrano gli effetti delle politiche di riduzione della spesa, avvertite anche negli investimenti sulla formazione, che segnano un calo del 7% circa, seguito da quello delle partecipazioni, che risulta però più contenuto: solo il 6%. I numeri generali sottolineano comunque che la formazione costituisce ormai una prassi consolidata delle Amministrazioni pubbliche, che in effetti mostrano diversi meccanismi di reazione alle minori disponibilità finanziarie. La quantità delle ore erogate nel 2006 infatti cala solo del 4% rispetto a quelle del 2005, ma le edizioni dei corsi invece aumentano dell’1%, e soprattutto le ore fruite aumentano del 4,9%.

Leggi il resto di questo articolo »

L’universo dell’indagine e Rapporto
L’indagine per la realizzazione del 9° Rapporto – realizzata dall’Osservatorio sui fabbisogni formativi presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, e coordinata da Massimo de Cristofaro – ha preso in considerazione i dati forniti da 602 Amministrazioni, un numero più elevato rispetto allo scorso anno, quando erano 590. L’insieme raggiunto dall’indagine, conta complessivamente poco più di 918.000 dipendenti. L’universo di riferimento delle Amministrazioni centrali è lievemente cresciuto. Le Amministrazioni centrali censite sono 39; come sempre, tutte le Regioni e le Province Autonome hanno messo a disposizione i propri dati. Le Province che hanno risposto sono 87 mentre i Comuni sono 291. Per le Università il campione è di 63 Atenei, mentre i dati delle Camere di commercio si riferiscono ad un universo di 103 unità.

Leggi il resto di questo articolo »

I dipendenti pubblici censiti nell’8° Rapporto sulla formazione nella PA sono oltre 900.000; di questi, 594.969, cioè il 65 %, hanno frequentato almeno un corso nel 2004. Questo il dato di base contenuto nell’8° Rapporto sulla formazione nella Pubblica Amministrazione, realizzato dall’Osservatorio sui bisogni formativi nella Pa della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, e curato da Massimo de Cristofaro.
Il Rapporto viene realizzato, coordinando i contributi per tutti i livelli di Governo del Paese, con l’apporto del Dipartimento della Funzione Pubblica: tutte le Amministrazioni centrali dello Stato, le Regioni e le Province Autonome, campioni significativi di Province e Comuni, 64 Atenei su 71 e Camere di Commercio. La parte di confronti generali e delle Amministrazioni centrali sono curati direttamente dalla SSPA, che ha realizzato anche una banca dati con tutti i corsi degli ultimi 4 anni (oltre 20.000); quelli delle Regioni dal Gruppo Tecnico delle Regioni; quelli di Province e Comuni dal Formez; gli Atenei dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane); le Camere di Commercio sono rilevate dall’Istituto Guglielmo Tagliacarne.

Leggi il resto di questo articolo »

Il 7° Rapporto sulla formazione nella PA, realizzato con le Scuole Pubbliche di formazione, contiene i dati sulla formazione effettuata nel 2003 a tutti i livelli di Governo: Amministrazioni centrali, Regioni, Province, Comuni, Atenei e Camere di Commercio.Per quanto riguarda le Amministrazioni centrali, il Rapporto è stato realizzato per il terzo anno consecutivo su questionari interattivi compilati on line, dai quali l’Osservatorio ha potuto ricavare una banca dati coerente ed allineata con i corsi tutti analizzati singolarmente.
Nel 2003 la spesa per la formazione nelle pubbliche amministrazioni in quasi tutti i comparti ha raggiunto e, in molti casi, ha anche superato la soglia dell’1% della massa salariale. Questo è il primo dato importante che scaturisce dal 7° Rapporto sulla Formazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Il 6° Rapporto annuale sulla formazione nella PA copre un universo nettamente più vasto rispetto all’anno precedente. In particolare, le Amministrazioni centrali comprendono quest’anno anche il comparto Sicurezza. I dipendenti censiti sono oltre 400.000, rispetto ai 300.000 dello scorso anno. I Comuni che hanno partecipato all’indagine sono oltre 200, più che raddoppiati rispetto all’anno precedente.
Dal punto di vista quantitativo emergono due risultati principali. Il primo è che la diffusione della formazione nel 2002 è stata superiore rispetto all’anno precedente. Essa è oramai un fenomeno generalizzato di tutte le Amministrazioni, sino ai Comuni con più di 10.000 abitanti. Il secondo è che vi è stata una forte differenziazione quantitativa all’interno delle diverse Amministrazioni.

Leggi il resto di questo articolo »

Il Rapporto annuale sulla formazione nella PA descrive il lavoro di cinquecentomila dipendenti delle Amministrazioni pubbliche ai diversi livelli di Governo. Tanti in effetti sono quelli che nel corso del 2001 hanno partecipato a iniziative formative tra loro assai diverse e variegate, sui 700.000 circa di cui si sono raccolte informazioni. Si tratta di una base più ampia di quanto si fosse riusciti a fare negli anni scorsi. L’indagine ha infatti aumentato la sua copertura, comprendendo 38 Amministrazioni centrali rispetto alle 36 dello scorso anno (nonostante la riduzione del numero dei Ministeri), tutte le Regioni, più di metà delle Province, delle Camere di Commercio, oltre 100 grandi Comuni, 41 Università.
Il Rapporto dà conto di quasi 600.000 ore di formazione. Questo dato indica che in ogni giorno lavorativo del 2001 in Italia erano attive più di 2.500 iniziative formative rivolte a dipendenti delle Amministrazioni centrali.

Leggi il resto di questo articolo »