Home > 2014 > novembre

Archivio di novembre 2014

Nel mese di dicembre 2014, come previsto, si sono conclusi tutti i moduli attivati (vedi elenco sotto) nell’ambito dell’offerta formativa SNA per lo sviluppo della funzione formazione (vai alla notizia ). Ai 149 partecipanti, provenienti da diverse amministrazioni, che hanno frequentato i moduli  sono state erogate complessivamente 252 ore di formazione.

- Il governo dell’ufficio formazione.

- La pianificazione e la progettazione formativa.

- La valutazione della formazione.

- La promozione degli interventi formativi.

- La realizzazione delle attività formative e la gestione degli apprendimenti.

- La gestione amministrativa e contabile, il budgeting e la  rendicontazione.

- L’accesso a finanziamenti pubblici esterni all’amministrazione.

- Le competenze cognitive

- Le competenze personali

- Le competenze interpersonali.

Il gruppo di lavoro attivato nell’ambito del Progetto RFQ – Rete per la Formazione di Qualità – ha elaborato una proposta di moduli formativi finalizzati allo sviluppo delle competenze relative alla Funzione Formazione nelle amministrazioni.

La SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione – ha incluso questo percorso sperimentale di formazione nella sua offerta rivolta alle amministrazioni centrali dello Stato, agli enti pubblici non economici e alle Regioni già partecipanti al Progetto RFQ, prevedendo l’erogazione, a partire dal mese di giugno 2014, di tredici moduli formativi corrispondenti ad altrettante aree di sviluppo di competenze professionali e trasversali. Le aree di interesse, sotto riportate, sono state individuate a seguito di una consultazione svolta presso le amministrazioni potenzialmente interessate.

Leggi il resto di questo articolo »

Contestualmente agli altri moduli realizzati nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), nei mesi di ottobre e novembre 2014, sono stati avviati i percorsi di sviluppo delle cosiddette competenze comportamentali di tipo:

-  cognitivo;
-  personale;
-  interpersonale.

Per quanto riguarda le competenze cognitive, l’intervento formativo è stato finalizzato ad un inquadramento sul tema della cognizione e dell’apprendimento e all’acquisizione, da parte dei partecipanti, di elementi di sviluppo (individuale e di gruppo) rispetto a quattro aspetti fondamentali costituiti da:  riflessione/riflessività,  pensiero sistemico, creatività, meta-cognizione.

Il percorso sulle competenze personali (individuali), partendo dall’assunto che su queste si basano i processi di condivisione e diffusione della conoscenza, è stato orientato alla comprensione della significatività e della concretezza del raccordo tra il capitale posseduto individualmente e la centralità dei sistemi di gestione delle risorse umane come motori dello sviluppo delle competenze.
competenze interpersonali hanno posto l’attenzione sulle relazioni intra-organizzative che si sviluppano nell’ambiente lavorativo, a partire dall’analisi di talune situazioni tipiche (gestione di conflitti, processi decisionali, team working, competizione/collaborazione), ponendo poi l’accento sui possibili percorsi di miglioramento, sulla negoziazione e sulla gestione del conflitto.

Nei mesi di ottobre e novembre 2014, nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), sono state avviate le attività di aula relative ai moduli:

- La promozione degli interventi formativi (Modulo 5).

 

- La gestione amministrativa e contabile, l’accesso a finanziamenti pubblici esterni all’amministrazione, il budgeting e la rendicontazione (Moduli 9 e 10).

Entrambi i corsi sono tuttora nella fase di project work.

Un aspetto forse sottovalutato ma di grande rilevanza è certamente quello della promozione degli interventi formativi, nella convinzione che una buona comunicazione delle iniziative costituisca una componente integrativa della loro efficacia. L’attenzione dei partecipanti, nell’ambito del modulo dedicato, è stata concentrata sulla comprensione dei più opportuni processi di diffusione e di sviluppo della conoscenza dei piani formativi e dei relativi interventi e sull’importanza di acquisire competenze nel settore della comunicazione interna, di servizio ed interpersonale.

In un periodo di scarsità di risorse e di particolare attenzione al tema della congruità finanziaria degli interventi in ambito amministrativo, il modulo su “La gestione amministrativa e contabile, l’accesso a finanziamenti pubblici esterni all’amministrazione, il budgeting e la rendicontazione ” ricopre una estrema rilevanza. L’obiettivo è stato quello di fornire ai partecipanti un quadro complessivo sull’organizzazione dei fondi di finanziamento pubblici (a livello regionale, nazionale e comunitario) a sostegno dell’innovazione di modelli e metodi di intervento formativi e di trasmettere le conoscenze necessarie per impostare correttamente le scelte progettuali per l’accesso ai fondi stessi. Gli insegnamenti, inoltre, si sono concentrati sullo sviluppo di competenze relative a: predisposizione di un budget; tecniche di rendicontazione; regole di ammissibilità dei costi.

Tra i mesi di giugno, settembre e ottobre 2014, nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), si sono avviati e conclusi, con i rispettivi follow up, i seguenti moduli:

- La realizzazione delle attività formative e la gestione degli apprendimenti (Modulo 7).

- La pianificazione e la progettazione formativa (Modulo 2).

 Questi, per il loro contenuto immediatamente operativo, particolarmente richiesto da chi opera nelle funzioni formazione delle amministrazioni, sono i primi ad essere stati attivati.

Il modulo relativo alla realizzazione delle attività formative si è posto l’obiettivo di far acquisire ai partecipanti la conoscenza degli elementi fondamentali del Learning Management System(LMS) e la capacità di applicarli  in tutte le fasi dell’azione formativa in modo integrato: dall’analisi delle competenze e dei bisogni di formazione, alla gestione dei contenuti, al monitoraggio e alla valutazione. Ciò al fine di assicurare la realizzazione delle attività formative e la gestione degli apprendimenti.

Il percorso dedicato alla pianificazione e progettazione formativa , invece è stato finalizzato alla comprensione, da parte dei partecipanti, delle principali fasi della pianificazione e della progettazione formativa e alla realizzazione di un loro coerente sviluppo. In pratica, l’esperto di formazione deve saper individuare e saper utilizzare l’approccio metodologico più opportuno e gli strumenti fondamentali della progettazione formativa, a partire dalla programmazione della formazione e dall’analisi dei fabbisogni, fino alla concreta preparazione dell’intervento nei suoi diversi aspetti di contenuto e di processo.