Home > Glossario > COMPETENZA/COMPETENZE

Il discorso sulla competenza si è recentemente sviluppato su diversi piani spesso intersecati tra loro, sia riguardo ai fattori cognitivi ed extra-cognitivi individuali che si innescano nelle prestazioni di lavoro (il discorso sulla “competenza”, al singolare) sia riguardo all’impiego delle risorse umane nei processi produttivi-organizzativi e alle dimensioni istituzionali dell’apprendimento e della formazione (il discorso sulle “competenze”).
Nelle più accreditate sistematizzazioni teorico-pratiche la competenza è assunta come un insieme di caratteristiche dell’agire individuale che, in specifici contesti di lavoro/organizzazione, sono alla base dell’attuazione di comportamenti sistematici ed empiricamente osservabili e della realizzazione di performance efficaci (nella media o superiori alla media) in rapporto ai risultati attesi.
La competenza si compone di diversi elementi, variamente sistematizzati dalla letteratura in questo campo, e che possono in linea di massima essere ricondotti a elementi:

  •   cognitivi, connessi a saperi specialistici e a conoscenze (esplicite e tacite) riguardanti il lavoro svolto;

  • pratici, legati alle abilità operative e tecniche messe in atto nel lavoro;

  • caratteriali, derivanti da specifici livelli di motivazione e da immagini di sé coerenti con il lavoro e il contesto;

  • emozionali, legati alla conoscenza di sé e alla capacità di incanalare positivamente le proprie dinamiche interiori;

  • sociali, collegati al possesso di abilità comunicative e di influenzamento positivo dell’azione altrui;

  • etici, in termini di controllo delle finalità dell’azione e di rispetto degli altri e dell’ambiente sociale e fisico.

Questo tipo di elementi possono essere sistematizzati in diversi modi al fine di mettere in campo indagini sui comportamenti individuali (in particolare a livello medio-alto). Sulla base di tali indagini è possibile realizzare diverse operazioni di valutazione (ad esempio riguardo alla performance e al potenziale) e sviluppo (ad esempio attraverso interventi di formazione, di sviluppo organizzativo, etc..).
Ogni analisi centrata sull’individuo va peraltro integrata con analisi organizzative capaci di tenere conto delle variabili contestuali che facilitano o ostacolano l’emergere delle competenze. In ogni contesto, l’implementazione delle competenze è infatti la risultante sia dei comportamenti individuali sia delle dinamiche organizzative. In questo senso le competenze possono essere viste nei termini di un rapporto interattivo tra persone impegnate in attività di lavoro e contesti organizzativi in cui tali attività prendono forma: le capacità dell’individuo sono inscindibili dai requisiti del lavoro e dalle caratteristiche formali e informali delle organizzazioni.

 Termini correlati
Competenze (bilanci delle -)
Competenze (dizionari delle – e indicatori comportamentali)  
Apprendimento
Cultura
Organizzazione

Alcuni riferimenti bibliografici
Boyatzis R., The Competent Manager. A Model for Effective Performance, Chicester, John Wiley, 1982
González J., Wagenaar R., Tuning Educational Structures in Europe, Final Report, Phase 1. Glossary, Bilbao, University of Deusto, 2003
Le Boterf G., Construir le competences individuelles et collectives, ed. it. Costruire le competenze individuali e collettive, Napoli, Guida, 2008
Spencer L., Spencer S., Competence at Work. Models for a Superior Performance, 1993, ed. it. Competenza nel lavoro. Modelli per una performance superiore, Milano, Franco Angeli, 1995

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento