Home > Glossario > FORMAZIONE, PROGETTAZIONE DELLA –

La progettazione della formazione è un processo più o meno complesso destinato a mettere a punto gli scopi dell’intervento formativo cui si riferisce, a individuarne le priorità, i metodi, i contenuti, l’articolazione, i tempi e altri aspetti rilevanti dell’intervento stesso (in relazione ai suoi destinatari, alla localizzazione, alle richieste della committenza, etc..).
Gli aspetti di metodo sono particolarmente rilevanti. In generale, il metodo didattico è, dato il fine del processo didattico relativo ad uno specifico modulo, il mezzo maggiormente appropriato al raggiungimento del fine, tenuto conto:  1. dei contenuti del modulo (specifiche conoscenze da trasferire o capacità da stimolare/sviluppare); 2. delle caratteristiche e delle esperienze degli attori del processo insegnamento/apprendimento; 3. delle tipologie di apprendimento da perseguire (concretezza, riflessione, astrazione, azione); 4. dei vincoli del processo didattico (tempo, risorse finanziarie, aule, attrezzature, supporti tecnici,etc).
Le più ricorrenti tipologie di metodi didattici includono, ad esempio, i metodi espositivi (lezioni, mezzi audiovisivi,etc), i metodi attivi (action learning, etc); i metodi psicologici (role playing, metodo dei casi,etc.).
Altri aspetti rilevanti sono quelli che si riferiscono all’articolazione dell’intervento, il cui elemento di base (“mattone”) è il  modulo didattico. Questo si presta ad essere definito sulla base di una serie  di elementi, tra i quali i più ricorrenti includono: 1. denominazione (titolo); 2. obiettivi formativi; 3. aree di apprendimento (conoscenze, capacità);  4. metodi didattici; 5. articolazione temporale; 6. modalità di verifica dell’apprendimento.
Nella teoria della formazione usualmente la progettazione è posta come momento di avvio di un processo che si avvia con l’analisi dei fabbisogni e cui seguono i momenti della implementazione/gestione, del monitoraggio e della valutazione. Ma, considerando le pratiche tipiche dei migliori progetti formativi, risulta evidente che la progettazione non può considerarsi come isolata. La progettazione al contrario appare come il cuore dell’intervento formativo, aperta anche a correzioni in itinere (momenti di ri-progettazione) coerenti con gli andamenti dell’intervento e con le esigenze che via via emergono.
Inoltre, mentre nelle teorie tradizionali, la funzione progettuale è appannaggio di un solo ruolo (il progettista), le migliori esperienze mostrano l’importanza di gestire la progettazione mediante forme condivise (co-progettazione) nelle quali accanto al progettista possano figurare i soggetti e gli stakeholder della formazione, integrando nella progettazione una pluralità di esigenze e punti di vista.

Termini connessi
Formazione
Formazione, valutazione della -
Formazione, monitoraggio della -

Alcuni riferimenti bibliografici

Fornara O., Viscusi E., (a cura di), Traducendo. Glossario della formazione e dell’orientamento professionale, Formazione Orientamento Professionale, Rivista bimestrale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Supplemento al numero speciale 6, 2009
CEDEFOP , Glossary of Quality in Education and Training, Luxemburg, Office of Official Publication of the European Communities, 2011
Lipari D. Progettazione e valutazione nei processi formativi, Roma, Edizioni Lavoro, 2009

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento