Home > percorso formativo SNA

Articoli marcati con tag ‘percorso formativo SNA’

Il gruppo di lavoro attivato nell’ambito del Progetto RFQ – Rete per la Formazione di Qualità – ha elaborato una proposta di moduli formativi finalizzati allo sviluppo delle competenze relative alla Funzione Formazione nelle amministrazioni.

La SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione – ha incluso questo percorso sperimentale di formazione nella sua offerta rivolta alle amministrazioni centrali dello Stato, agli enti pubblici non economici e alle Regioni già partecipanti al Progetto RFQ, prevedendo l’erogazione, a partire dal mese di giugno 2014, di tredici moduli formativi corrispondenti ad altrettante aree di sviluppo di competenze professionali e trasversali. Le aree di interesse, sotto riportate, sono state individuate a seguito di una consultazione svolta presso le amministrazioni potenzialmente interessate.

Leggi il resto di questo articolo »

Contestualmente agli altri moduli realizzati nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), nei mesi di ottobre e novembre 2014, sono stati avviati i percorsi di sviluppo delle cosiddette competenze comportamentali di tipo:

-  cognitivo;
-  personale;
-  interpersonale.

Per quanto riguarda le competenze cognitive, l’intervento formativo è stato finalizzato ad un inquadramento sul tema della cognizione e dell’apprendimento e all’acquisizione, da parte dei partecipanti, di elementi di sviluppo (individuale e di gruppo) rispetto a quattro aspetti fondamentali costituiti da:  riflessione/riflessività,  pensiero sistemico, creatività, meta-cognizione.

Il percorso sulle competenze personali (individuali), partendo dall’assunto che su queste si basano i processi di condivisione e diffusione della conoscenza, è stato orientato alla comprensione della significatività e della concretezza del raccordo tra il capitale posseduto individualmente e la centralità dei sistemi di gestione delle risorse umane come motori dello sviluppo delle competenze.
competenze interpersonali hanno posto l’attenzione sulle relazioni intra-organizzative che si sviluppano nell’ambiente lavorativo, a partire dall’analisi di talune situazioni tipiche (gestione di conflitti, processi decisionali, team working, competizione/collaborazione), ponendo poi l’accento sui possibili percorsi di miglioramento, sulla negoziazione e sulla gestione del conflitto.

Nei mesi di ottobre e novembre 2014, nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), sono state avviate le attività di aula relative ai moduli:

- La promozione degli interventi formativi (Modulo 5).

 

- La gestione amministrativa e contabile, l’accesso a finanziamenti pubblici esterni all’amministrazione, il budgeting e la rendicontazione (Moduli 9 e 10).

Entrambi i corsi sono tuttora nella fase di project work.

Un aspetto forse sottovalutato ma di grande rilevanza è certamente quello della promozione degli interventi formativi, nella convinzione che una buona comunicazione delle iniziative costituisca una componente integrativa della loro efficacia. L’attenzione dei partecipanti, nell’ambito del modulo dedicato, è stata concentrata sulla comprensione dei più opportuni processi di diffusione e di sviluppo della conoscenza dei piani formativi e dei relativi interventi e sull’importanza di acquisire competenze nel settore della comunicazione interna, di servizio ed interpersonale.

In un periodo di scarsità di risorse e di particolare attenzione al tema della congruità finanziaria degli interventi in ambito amministrativo, il modulo su “La gestione amministrativa e contabile, l’accesso a finanziamenti pubblici esterni all’amministrazione, il budgeting e la rendicontazione ” ricopre una estrema rilevanza. L’obiettivo è stato quello di fornire ai partecipanti un quadro complessivo sull’organizzazione dei fondi di finanziamento pubblici (a livello regionale, nazionale e comunitario) a sostegno dell’innovazione di modelli e metodi di intervento formativi e di trasmettere le conoscenze necessarie per impostare correttamente le scelte progettuali per l’accesso ai fondi stessi. Gli insegnamenti, inoltre, si sono concentrati sullo sviluppo di competenze relative a: predisposizione di un budget; tecniche di rendicontazione; regole di ammissibilità dei costi.

Tra i mesi di giugno, settembre e ottobre 2014, nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), si sono avviati e conclusi, con i rispettivi follow up, i seguenti moduli:

- La realizzazione delle attività formative e la gestione degli apprendimenti (Modulo 7).

- La pianificazione e la progettazione formativa (Modulo 2).

 Questi, per il loro contenuto immediatamente operativo, particolarmente richiesto da chi opera nelle funzioni formazione delle amministrazioni, sono i primi ad essere stati attivati.

Il modulo relativo alla realizzazione delle attività formative si è posto l’obiettivo di far acquisire ai partecipanti la conoscenza degli elementi fondamentali del Learning Management System(LMS) e la capacità di applicarli  in tutte le fasi dell’azione formativa in modo integrato: dall’analisi delle competenze e dei bisogni di formazione, alla gestione dei contenuti, al monitoraggio e alla valutazione. Ciò al fine di assicurare la realizzazione delle attività formative e la gestione degli apprendimenti.

Il percorso dedicato alla pianificazione e progettazione formativa , invece è stato finalizzato alla comprensione, da parte dei partecipanti, delle principali fasi della pianificazione e della progettazione formativa e alla realizzazione di un loro coerente sviluppo. In pratica, l’esperto di formazione deve saper individuare e saper utilizzare l’approccio metodologico più opportuno e gli strumenti fondamentali della progettazione formativa, a partire dalla programmazione della formazione e dall’analisi dei fabbisogni, fino alla concreta preparazione dell’intervento nei suoi diversi aspetti di contenuto e di processo.

Tra la fine di settembre e il mese di ottobre 2014, nell’ambito dell’offerta formativa SNA rivolta allo sviluppo delle competenze della Funzione Formazione (per un approfondimento vedi qui), sono stati avviati i moduli, tuttora in fase di project work, relativi a:

- Il Governo dell’ufficio formazione (Modulo 1).

- La valutazione della formazione (Modulo 4).

Il percorso attinente al Governo dell’ufficio formazione ha perseguito lo scopo di sviluppare nei partecipanti la  consapevolezza  e le conoscenze in merito al quadro inter-organizzativo, culturale e operativo all’interno del quale l’ufficio formazione intrattiene relazioni di natura strategica e complessa in modo da  comprenderne anche i possibili percorsi di ridefinizione. La capacità di saper orientare l’agire dell’Ufficio formazione come nucleo di innovazione e di cambiamento strategico, ed individuare le possibili scelte di governo efficaci, attraverso l’acquisizione di strumenti cognitivi ed operativi, diventa, infatti, elemento indispensabili nell’agire quotidiano degli operatori di formazione nelle amministrazioni.

La valutazione è uno degli aspetti maggiormente dibattuti recentemente in ambito amministrativo ma che tuttora si scontra con rilevanti problemi applicativi. È evidente che nell’ambito della formazione e, in generale, dell’economia della conoscenza, la valutazione degli apprendimenti diventa un aspetto cruciale. Perciò il modulo ad essa dedicata, ha lo scopo di sviluppare nei partecipanti la consapevolezza del valore dell’azione di valutazione per una permanente azione di miglioramento dei processi di formazione e la capacità di individuare le diverse fasi della valutazione (ex ante, in itinere ed ex post), i soggetti della valutazione (partecipanti, docenti, formatori, dirigenti) e di definire i criteri e gli indicatori di valutazione in modo coerente con il piano della performance e con le relative competenze attese.